fbpx

ID7000 Flagship Spectral Cell Analyzer

Un citometro spettrale ad alto parametro, l'ID7000 fornisce informazioni complete sulle popolazioni cellulari eterogenee, con elevata sensibilità per rilevare popolazioni rare e poco espresse.

Supporta un elevato numero di laser e diverse configurazioni per consentire approfondite conoscenze scientifiche

Ampliando i confini dell'analisi cellulare, ID7000 può essere configurato con un massimo di 7 laser e 188 rivelatori, il massimo per qualsiasi citometro a flusso oggi disponibile. Il sistema consente ai ricercatori di effettuare esperimenti con 44 colori, limitati solo dai fluorocromi disponibili. La scelta dei laser include blu (488 nm), rosso (637 nm), violetto (405 nm), giallo-verde (561 nm), ultravioletto (355 nm), ultravioletto profondo (320 nm) e infrarosso (808 nm).

ID7000 utilizza la tecnologia spettrale per raccogliere luce continua da 360 nm a 920 nm, consentendo ai ricercatori di ottenere più dati di un citometro tradizionale. Con questa tecnologia, i dati possono essere misurati con maggiore precisione e sia i fluorocromi spettralmente adiacenti che le proteine fluorescenti possono essere utilizzati insieme in un pannello multiparametrico.

Ottimizzazione dei flussi di lavoro ad alto parametro

ID7000 offre la possibilità di semplificare gli esperimenti con parametri elevati e di ottimizzare i flussi di lavoro multicolore. Tra le caratteristiche innovative vi sono la Spectral Reference Library e l'Autofluorescence Finder. La Spectral Reference Library memorizza le informazioni dei controlli singolo-positivi per ogni reagente per un uso futuro, quindi i ricercatori possono acquisire i controlli una sola volta, risparmiando tempo. Con l'Auto-fluorescenza Finder, i ricercatori possono identificare e sottrarre i contributi di più popolazioni autofluorescenti per ottenere dati ad alta fedeltà e una visualizzazione più accurata.

Semplificare le operazioni per una reale facilità d'uso

Le procedure guidate e gli strumenti software semplificano i controlli degli analizzatori dall'avvio allo spegnimento, automatizzano il controllo qualità e ottimizzano la creazione di esperimenti. Ad esempio, l'AutoSampler del sistema include un'esclusiva capacità di agitazione attiva per mantenere le cellule in sospensione durante l'acquisizione. Inoltre, una funzione di raffreddamento attivo riduce ulteriormente la variabilità e previene la degradazione del campione nel tempo. Il software e l'automazione gestiscono condizioni di errore come bolle, intasamenti e bassi volumi di campione e consentono il funzionamento continuo senza possibili interruzioni nell'acquisizione.

Rifinitura dei dati complessi

Il sistema ID7000 si basa sull'esperienza di Sony nell'analisi spettrale e semplifica molte operazioni, anche per esperimenti complessi. Il sistema raccoglie l'intero spettro di luce da 360 nm a 920 nm e consente ai ricercatori di separare i fluorocromi in segnali puri per ottenere dati con maggiore precisione. La citometria a flusso convenzionale utilizza invece tecniche di compensazione per determinare l'intensità di ciascuna fluorescenza sottraendo la fluorescenza sovrapposta, con conseguenti lacune nella luce raccolta. In questo modo, alcuni dati vengono persi. Il design ottico e la tecnologia spettrale consentono ai ricercatori di utilizzare sia fluorocromi spettralmente adiacenti che proteine fluorescenti in un unico pannello, caratteristica che non appartiene ad un citometro tradizionale. Una importante peculiarità della tecnologia spettrale è la cosiddetta capacità unmixing. La Spectral unmixing gestisce oggettivamente la sovrapposizione tra gli spettri di fluorescenza per migliorare l'accuratezza dei dati. Una nuova capacità di auto-unmixing e nuovi algoritmi, velocizzano e semplificano i processi di acquisizione per una maggiore facilità d'uso. La Spectral unmixing elimina la soggettività e la complessità associate ai metodi di compensazione manuale.
Bisogno di aiuto? Parliamone su WhastApp